Febbraio 2014 Editoriali

L’insostenibile pesantezza dell’essersi mossi “troppo presto” (parafrasando un articolo del numero precedente) è quella che avvertiamo noi della redazione in questo periodo in cui, puntuali come gli esattori, arrivano le conferme a quanto abbiamo detto e scritto da anni.

Non siamo affatto contenti di equipararci a prefiche e sibille ma, insomma, leggere ora – per quanto riguarda per esempio l’area della Spezia – di veleni nel Golfo dei Poeti, di riversamenti a Pitelli, di gallerie occupate da scorie, di ammazzamenti, d’intercettazioni tra mafia,imprenditoria, amministrazioni e politicanti vari, oltre a questa irritazione per essere da sempre inascoltati, porta a disperare sui soggetti summenzionati: oltre ad alcuni criminali, ad altri pavidi od opportunisti, sono tutti masochisti, sicuramente.

Com’è possibile che, in un contesto ambientale di grande fascino, apprezzato appunto da Poeti, tra una natura spesso lussureggiante, spuntino tali obbrobri? Grandi e piccoli, come per esempio anche qualche nuova discarica nella valle del biologico, o sulle alture di Monterosso, sul micro-modello di Pitelli, che si aggiungono agli scandali documentati di sopra. Per questo abbiamo pensato di riproporre gli articoli e le immagini che avevamo pubblicato in tempi, come suole dirsi, non sospetti.

Ma poiché continuiamo a muoverci “troppo presto” (grazie alla nostra mente non criminale, non pavida, non opportunista … magari un po’ sadica?) vi regaliamo anche due contributi “propositivi”. Uno riguarda una riflessione di Maria Rosa Zerega sulle prossime elezioni europee, accompagnata da un dizionarietto dei termini utili per districarsi in un terreno un po’ distante dal quotidiano; l’altro è un interessante prosieguo dell’azione del Municipio dei Beni Comuni di Pisa, un laboratorio d’idee e di realizzazioni pratiche che esce dalla città per incontrare altre analoghe esperienze presenti in Italia. Ce ne parla William Domenichini e soprattutto ce ne parlano i vari protagonisti nel Dossier, “Riconversioni urbane” che hanno prodotto e che abbiamo linkato. Se solo riuscissero a portare avanti i loro progetti senza le interferenze di criminali, pavidi, opportunisti e masochisti …. E’ chiedere troppo?

Febbraio 2014
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi