Persistenti rischi d’inquinamento nell’ex villaggio Europa. Cinque Terre,Dossier & documenti,Notizie,Tutela ambientale

a cura di D.T.

Corniglia – Cinque Terre

frana-villaggio-europa

Oramai non se ne può più: l’ex villaggio Europa – come più volte ripetuto su questa rivista – non s’ha da fare. Lo dice il TAR Liguria, lo dice il Consiglio di Stato.
Ma i proprietari preferiscono lasciare tutto a marcire, relitti dei vecchi bungalow, legname sfasciato, lastre di Eternit, col relativo amianto, che si sbriciolano o addirittura cadono nel mare sottostante. Le Autorità preposte dovrebbero far rispettare le norme di bonifica ambientale che vanno applicate in questi casi.
Eppure, finora i vari Enti che potrebbero farlo – Regione, Provincia, Parco Nazionale, Comune di Riomaggiore – non lo fanno. Non lo richiedono ai proprietari ma anzi, come si è espresso pubblicamente il Presidente del Parco Bonanini, sognano di far riproporre chissà quando il progetto del mega – hotel, lasciando nel frattempo che l’esistente danneggi gli abitanti, i numerosi turisti di passaggio e contribuisca ad incrementare l’immagine fatiscente dell’ex villaggio. Così, per risolvere il degrado, l’unica ricetta possibile sarebbe la solita ricetta: cementificazione.
I Verdi Ambiente Società che hanno vinto, grazie all’avvocato Granara, i due precedenti ricorsi, sono ripartiti con una diffida: se entro novanta giorni nulla si muoverà, l’associazione tornerà al TAR Liguria – forte delle vittorie precedenti – perché la zona venga bonificata e resa vivibile per i residenti e gli ospiti di questo Parco noncurante.

pdfLeggi il testo della diffida

Foto: wwf.it

Persistenti rischi d’inquinamento nell’ex villaggio Europa.
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi