Asso pigliatutto, ovvero gustate faraone in 5 salse Cinque Terre,Commenti,Contemporanea-mente

di To.Far.

Il cinque è un numero magico per il Grande Franco delle 5 Terre:tortinofaraone
1. Presidente del Parco che le raggruppa;
2. primo candidato della sua lista (“Rinnovamento Ambiente Progresso”) come consigliere comunale di Riomaggiore alle prossime elezioni amministrative;
3. candidato per il Pd nella circoscrizione Nord-Ovest per le elezioni europee;
4. Presidente regionale della ristrutturata Azienda Turistica della Liguria;
5. Membro della giunta esecutiva della Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali (Federparchi).

A ciò si aggiungono incarichi passati o tuttora in atto come: Presidente della Cooperativa Vinicola 5 Terre, Sindaco di Riomaggiore, Assessore ai Lavori pubblici del suddetto Comune, Componente della Comunità montana della Riviera spezzina e del Direttivo nazionale di Legambiente, Socio fondatore di Symbola (per la qualità italiana) ed altro che al momento sfugge.

Con cotanto bagaglio politico amministrativo sulle spalle, il Nostro rappresenta il “volto nuovo” per il Pd alle prossime europee. Data l’attività internazionale che, come Presidente del Parco, lo impegna dall’Isola di Pasqua alla Nuova Caledonia, con ricorrenti puntate in Cina e Stati Uniti, sicuramente per lui Strasburgo e Bruxelles saranno una breve passeggiata. E fortunatamente anche il suo bagaglio linguistico spazierà ben oltre le tre/quattro lingue ufficiali dell’Unione Europea.

cowAd ulteriore rassicurazione, ecco le indicazioni programmatiche sul sito www.francobonanini.it
La mia candidatura non deve intendersi ‘politica’ nel senso tradizionale e quindi schierata contro qualcuno (…)
Rispetto ad un indirizzo di utilità comune, penso non abbia senso dividerci in schieramenti ma semmai, insieme, individuare il percorso migliore.

Infatti, la pratica dell’abbraccio interpartitico è stata sperimentata nelle ultime primarie del Pd, quando il Nostro ha ottenuto nelle sue 5 Terre un plebiscito bulgaro e assolutamente trasversale. Si sono visti addirittura gli amministratori di un Comune dei 5, dichiaratamente di centro- destra, versare l’obolo e improvvisarsi elettori del Pd per poterlo votare. Quegli stessi amministratori che alle prossime elezioni rappresenteranno l’unica scelta possibile di voto per la cittadinanza, coronando un sogno ecumenico che avanza a livello trasversale.
La richiesta di dargli un sostegno comunitario forte e convinto è reiterata sulla stampa e sul web dal suo sponsor ufficiale, l’On. Andrea Orlando, che arricchisce con un pizzico di sano campanilismo spezzino il compito d’imparzialità come portavoce ufficiale del Pd. L’On. Orlando è il nume tutelare che – nel sito del candidato Bonanini – viene citato nei link a FaceBook, Twitter, Youtube, Flickr, Google insieme a filmati, interviste, collage di attività pubbliche e private, postate (mistero!) alla data del 6 maggio. Non pensiamo che sia frutto della fatica dell’infaticabile candidato, bensì del suo altrettanto infaticabile addetto stampa. Lo immaginiamo mentre tutto solo riempie chat e blog con gli spezzoni di vita pubblica e privata del Signor B. in attesa di post di riscontro. Anche se in questa babele informatica le occasioni di non incontro rischiano di moltiplicarsi, per chi già seleziona la comunicazione nel quotidiano.

Foto:
panperfocaccia.eu
farwest.it

Asso pigliatutto, ovvero gustate faraone in 5 salse
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Recent Comment

  1. Direzione Informazione Sostenibile Post author

    Per 2 mila e rotti punti martin perse la cappa… come un tempo si diceva a casa mia. Il candidato presidente non ce l’ha fatta ad entrare in Europa; i giornali hanno riportato l’amarezza e le recriminazioni dei suoi supporter e addetti stampa. Forse l’immagine necessita di restyling: anziché essere “spalmata” orizzontalmente su una pletora di incarichi, dovrebbe essere concentrata verticalmente sul completamento di un unico incarico. E’ presidente di un parco nazionale in scadenza di mandato? Renda pubblico l’intero suo operato ai contribuenti che ne potranno valutare meriti e demeriti.

Rispondi