Michal Helfman – Eli Petel – Alexandra Zuckerman Cultura,Eventi

image001MK Search Art è lieta di annunciare “Michal Helfman—Eli Petel—Alexandra Zuckerman” una presentazione di opere degli artisti israeliani Michal Helfman, Eli Petel e Alexandra Zuckerman. Concepite come tre presentazioni concise, ogni artista esporrà in una delle stanze della galleria MK Search Art che si trova in un edificio storico nel centro del paese di San Giovanni Valdarno in Toscana.

Seguendo queste premesse la mostra giocherà sulla varietà di linguaggi, riferimenti e di media, da un lato, sottolineando le visibili differenze che caratterizzano la pratica di questi tre artisti, mentre dall’altro evidenziando possibili connessioni. Le pratiche di Michal Helfman, Eli Petel e Alexandra Zuckerman sono infatti molto distanti tra loro, sebbene questi artisti appartengano allo stesso milieu, si conoscano e in alcune occasioni abbiano perfino lavorato insieme, condiviso idee e si siano messi a confronto l’uno con l’altro.

Lavorando con il video, la scultura, la pittura, il disegno, l’installazione e la performance, il modus operandi di Michal Heflman (*1973, Tel Aviv) mira a una profonda analisi di temi come la storia, la violenza e la cultura, che vengono presentati attraverso la nozione di palco scenico e del suo relativo vocabolario. Quasi teatrali, tutti i suoi lavori possono essere visti come “scene” che l’artista, che ha lavorato come scenografa per discoteche di Tel Aviv e ha studiato danza per molti anni coinvolgendo spesso ballerini nei suoi video e performance, costruisce in modo da usarli come canali per la distribuzione di temi che appartengono alla spesso tragica ma sempre avventurosa storia dell’umanità. A MK Search Art Helfman mostrerà il video A Duet for a Boy and a Flame (2010).

Impiegando simultaneamente tecniche diverse in modo da creare installazioni e interventi meta-linguistici, alcuni molto spettacolari, altri molto minuti, il lavoro di Eli Petel (*1974, Gerusalemme) è profondamente radicato nella sua identità di ebreo iracheno sefardita o più genericamente ebreo orientale o in ebraico “Misrakhi”. Detto questo la sfaccettata e facilmente incompresa nozione d’identità è per Petel solo il punto di partenza, una strategia concettuale, una scusa, che usa per stabilire un dialogo interiore e semi-spirituale tra l’opera d’arte e lo spettatore. Difatti tutti i suoi lavori possiedono una doppia natura: da una parte analizzano chirurgicamente la storia dell’arte, la storia e l’eredità dello stato di Israele e del popolo ebraico e dall’altra parte sono tutti molto emotivi, spirituali e sentimentali. A MK Search Art, Petel esporrà un autoritratto nell’atto di piangere, The Whiner (2010), e un’immagine della sua città natale, East Jerusalem (2007-11).

Radicate nella storia della pittura le sofisticate e laboriose opere di Alexandra Zuckerman (*1981, Mosca) provengono da diversi tipi di tradizioni che l’artista mischia senza soluzione di continuità. Dai dipinti e arazzi medievali e del primo rinascimento ai fumetti; dalle illustrazioni delle favole alle iconiche composizioni di Magritte; dalle leggende est europee, l’artista è nata in Russia ed è immigrata in Israele all’età di 9 anni, alle figure dipinte da Pierre Klossowski: tutti i suoi lavori sono pieni di déjà vu e al tempo stesso completamente contemporanei e nuovi. Eseguiti tramite una tecnica unica, molto lenta, inventata dall’artista che preferisce lavorare nel suo piccolo spazio domestico a Jaffa: le tavole di Zuckerman sono finestre aperte su un mondo parallelo. Per MK Search Art presenterà un trittico di matita su carta dal titolo After The Moon (2013).

MK Search Art, San Giovanni Valdarno/Nuova Delhi
Italia: Corso Italia 14, 52027, San Giovanni Valdarno, Arezzo
India: B-5 Anupam Plaza Srl Aurobindo Marg Hauz Khas, Nuova Delhi 10016
www.mksearchart.com
info@mksearchart.com

Didascalia: Alexandra Zuckerman, After The Moon, 2013. Matita su carta, 118 x 94 cm (ognuno).

Michal Helfman – Eli Petel – Alexandra Zuckerman
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi