LaSpeziòpoli, i disastri di una provincia in un gioco Prima Pagina

a cura della Redazione

laspeziopoli_tabelloneIl più famoso gioco da tavolo del mondo, in salsa spezzina. Perchè? Molto semplice. Per chi vive (e lotta) in questa terra, in questo piccolo fazzoletto di terra tra mare e monti, in un piccolo lembo di Liguria incastonato tra Toscana ed Emilia Romagna, non par vero che vi siano così tanti disastri e così tante problematiche.

Alla Spezia e dintorni potrete trovare di tutto: alluvioni, disastri ambientali, speculazioni edilizie, pianificazioni fantasma, faraonismi, monopoli portuali, outlet costruiti in zone esondabili, colline dei veleni, centrali a carbone in piena città, rigassificatori, … una lista infinita di tratti caratteristici di uno sviluppo realmente e concretamente insostenibile.

La nostra risposta vuole essere ironica ed al tempo stesso seria, utilizzando un gioco arcinoto per riproporre e riflettere su alcuni aspetti che pensiamo siano addirittura paradigmatici del paese Italia: privatizzare i ricavi, socializzare le perdite!

Scaricate LaSpeziòpoli e buon divertimento!

Prima edizione 28 dicembre 2013

LaSpeziòpoli, i disastri di una provincia in un gioco
2 votes, 3.50 avg. rating (73% score)

Recent Comments

  1. BraccobaldoSam

    Fate anche Carraropoli, la vostra vicina ce le ha tutte assieme alla mafia che ha penetrato egregiamente l’amministrazione comunale consentendo a una manciata di famiglie di avere il monopolio del marmo dal 700 ad oggi e mettendo alla fame tuttig li altri cittadini. Enjoy!

  2. Redazione Post author

    Per fare un …opoli pensiamo si debbano conoscere a fondo le questioni di un territorio. Noi abbiamo la pretesa di avere la Verità, ma le nostre battaglie, le relazioni proficue con molti militanti, cittadini e persone con la schiena dritta hanno fatto di InFormAzione Sostenibile un “collettore” di energie, di volontà. L’idea di LaSpeziopoli ce l’hanno messa su un piatto d’argento i compagni lombardi (OffTopic). Che il virus si diffonda, buon lavoro per Carraropoli!

  3. Marcello

    Buonasera, vi volevo dire che ho scaricato i file.Stampato,ritagliato il tutto. Però ci sono due errori,tra il tabellone e i contratti. Il primo è il contratto ACAM.Sul tabellone c’è scritto 20.000€.Sul contratto dice 15.000€.Poi,il secondo errore è su CASTELNUOVO MAGRA.Sul tabellone costa 18.000€,sul contratto 20.000.
    Un’altra cosa da correggere è il regolamento.Più precisamente il numero di carte tra imprevisti e probabilità. C’è scritto che sono 16 per ciascun mazzo,ma in realtà sono 15 per ciascun mazzo.

    Saluti.

Rispondi