Il Vajont dopo il Vajont Cultura,Eventi

300px-La_diga_del_Vajont_vista_da_Longarone_18-8-2005[1]Domenica 21 luglio ore 21,00 ,  in memoria del 50° anniversario della tragedia del Vajont, sulle rive del Piave, il MonnezzaFilmFestival chiuderà con una emozionante rappresentazione teatrale, per la prima volta in scena nazionale:

Il Vajont dopo il Vajont

Drammaturgia FRANCESCO NICCOLINI .  Regia DANIELA MATTIUZZI e PATRICIA ZANCO.  Con PATRICIA ZANCO

https://www.facebook.com/patriciazanco.fatebenesorelleteatro

Vajont, 9 ottobre 1963.
Precipita una montagna, cade su un bacino idroelettrico: 1910 morti.
Fatalità, natura crudele? O calcolo del profitto? Natura violentata, catastrofe inevitabile e prevedibile. 

Intatta la diga “capolavoro”. Distruzione e morte tutto intorno.
E dopo?  Compianto per i morti o per i vivi rimasti?   Il primo impulso: gestione dell’esistente.
Ma poi: rottura del passato e della storia, memorie estromesse e perse. Un progetto. L’invenzione di una città, anzi di più “città” o “quartieri”. Costruzione di una nuova società, complessa. Immigrazioni e nuove identità.

Un’autoctonia inedita, costruita. Finanziamenti e incentivi. Attività produttive prima sconosciute.
Riparto dai documenti. D’altra parte quando ci sono di mezzo vittime e processi credo che sia sempre la cosa migliore.

Patricia Zanco

 

Con il patrocinio del premio giornalistico televisivo Ilaria Alpi.

Dove:   Covolo – Località Barche, Parco del Piave

In entrambe le serata si consiglia di portare anche abbigliamento non leggero.  Ingresso libero

Informazioni:
www.moffe.it
info@moffe.it
info@associazionearianova.it
3478611699

Il Vajont dopo il Vajont
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi