Ambiente, sviluppo, turismo e comunicazione Cultura,Libri

a cura di Paola Sartoni

Ambiente e società. Le prospettive teoriche, a cura di Enrico Maria Tacchi (Carocci, Roma, 2011, pp. 320.)

La sociologia dell’ambiente è una disciplina in rapida espansione. La maggior parte degli studi finora pubblicati, però, riguarda casi empirici e problemi specifici, come la produzione e la distribuzione di energia, gli stili di vita e di consumo sostenibili, la gestione dei rifiuti e il traffico veicolare, la qualità dell’aria e delle acque, i mutamenti climatici.

A queste analisi empiriche sembra necessario accostare oggi un approfondimento delle prospettive teoriche attraverso le quali si studiano i complessi rapporti di interazione tra società e ambiente. Gli autori espongono alcune teorie socio-ambientali elaborate a partire dagli anni settanta del Novecento, esaminano l’opera di studiosi finora trascurati e presentano correnti di pensiero consolidate solamente con il nuovo millennio.


40 anni dai “Limiti dello Sviluppo”: uno studio storico di Luigi Piccioni e Giorgio Nebbia disponibile on line.

1972-2012: sono trascorsi esattamente quaranta anni dalla pubblicazione del testo che ha avuto – assieme a Primavera silenziosa di Rachel Carson – la maggiore influenza sulla diffusione mondiale delle idee dell’ecologismo, cioè il rapporto I limiti alla crescita (noto impropriamente come I limiti dello sviluppo), realizzato per conto del Club di Roma dall’equipe del MIT guidata da Jay Forrester, Donella Meadows e Dennis Meadows.

Sulla base di un’ampia documentazione originale Luigi Piccioni e Giorgio Nebbia hanno ricostruito il modo in cui il rapporto venne accolto negli ambienti accademici, politici, ecclesiastici, sulla grande stampa e nel mondo del nascente ecologismo italiano.

Il titolo dello studio è “I limiti dello sviluppo in Italia. Cronache di un dibattito 1971-74”.Esso è liberamente disponibile (con licenza Creative Commons) come Quaderno n. 1 della rivista digitale “altronovecento” edita dalla Fondazione Luigi Micheletti di Brescia. Scaricatelo!.


Turismo al plurale. Una lettura integrata del territorio per un’offerta turistica sostenibile

Lo sviluppo turistico comporta introiti che non interessano solo le attività direttamente coinvolte ma una pluralità di comparti e servizi, per cui il suo effetto moltiplicatore è notevole. Esso può giocare un ruolo importante non solo in termini di creazione d’impresa e crescita dell’occupazione, ma anche per il rafforzamento dei valori endogeni del territorio e della cultura locale, per l’apertura delle imprese all’esterno e la ricollocazione del territorio in un sistema di relazioni nazionali e sovranazionali. Con la globalizzazione delle reti e l’esplosione di internet, la filiera dell’industria turistica tende a contrarsi, creando le condizioni per una maggiore diffusione dei flussi e un potenziale avvicinamento dell’offerta turistica alle specifiche caratteristiche delle tante nicchie della nuova domanda globale. Ma quale ruolo hanno i territori e le comunità locali in questo processo di riorganizzazione?

Ponendo il territorio al centro dell’analisi, il presente volume tratta delle modalità con cui un fenomeno economicamente e socialmente rilevante come il turismo va ad incidere sulla sostenibilità dei territori di accoglienza, di come gestire lo sviluppo turistico di una destinazione secondo criteri di compatibilità ambientale, sociale ed economica e di come l’innovazione tecnologica possa contribuire a minimizzare gli impatti negativi massimizzando al contempo le opportunità di uno sviluppo endogeno durevole. La riflessione è orientata al ruolo che i territori di accoglienza e le comunità possono svolgere nel definire la sostenibilità dello sviluppo turistico in un’ottica di valorizzazione e comunicazione del patrimonio territoriale nella sua complessità.

Scheda del libro


“Comunicare porta a porta. Manuale di comunicazione pubblica sulla raccolta domiciliare dei rifiuti.”,  a cura di Alessandro Caramis , Bonanno Editore. 

Si tratta di una guida pratica per implementare un servizio di raccolta dei rifiuti attraverso il metodo del “porta a porta” e fornisce una serie di strumenti ed indicazioni, tecnico-operative e teoriche, sulle strategie di comunicazione migliori da attuare.

Il volume – promosso dall’Osservatorio di Comunicazione Ambientale CAMBIO (Coris-Sapienza) e sponsorizzato da Novamont s.p.a.- raccoglie i contributi di diversi esperti e specialisti di comunicazione ambientale impegnati in diverse realtà (Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, E.S.P.E.R.; Ecosportello, Legambiente, Achab Group, ERICA, Osservatorio CAMBIO Sapienza, Osservatorio Provinciale Rifiuti Provincia di Roma, Provincia di Roma).
Scheda del libro

Ambiente, sviluppo, turismo e comunicazione
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi