La casa sa ch’io sono uno scrittore Cultura,Eventi

a cura di Paola Sartoni

Anziché partire da scrittori e libri, partiamo – in questo scorcio settembrino – da scrittori e case. Le loro case. Case della memoria, Case museo degli scrittori: digitando sul Web si trovano elenchi di dimore divisi per area geografica, periodi storici, vicinanze tematiche.

Lasciamo la scelta di individuare, in Italia e in tutto il mondo, il percorso a voi più congeniale. Di programmare una eventuale visita, di sostare laddove vi portino le affinità elettive.

Potete comunque munirvi di un intrigante libro di Sandra Petrignani, “La scrittrice abita qui” pubblicato nel 2002 e ripubblicato nel 2007 da Neri Pozza editore epoi diventato anche un audio-libro letto dalla scrittrice. E visitare, mentalmente o fisicamente, le dimore di Marguerite Yoursenar, Karen Blixen, Colette, Virginia Woolf ed altre ancora, sparse tra Europa e Nord America.

Oppure potete optare per circuiti più abbordabili. Come quello che ho appena terminato,collegato al centenario dalla morte di Giovanni Pascoli. Tra la primavera e l’estate di quest’anno si sono svolte una serie di manifestazioni culturali nella zona della Garfagnana, dove tra Lucca, Castelvecchio, Barga e Castenuovo Garfagnana il poeta romagnolo trascorse importanti anni della sua vita e produsse i famosi “Canti di Castelvecchio” (cercate sul Web il relativo circuito della memoria).

Mentre invece, sul versante adriatico le manifestazioni celebrative si affollano nel mese di settembre, in parte svolte e in parte ancora “catturabili”. Si è tenuto il 22 u.s. – organizzato dalla Fondazione Casa di Oriani – il XXIV “Incontro al Cardello”, tradizionale appuntamento culturale di fine estate nella casa museo ove lo scrittore romagnolo Alfredo Oriani visse e scrisse le sue opere. La tenuta del Cardello, una delle varie case del circuito museale dedicato agli scrittori, si trova a Casola Valsenio e lì vicino c’è un famoso Orto botanico con piante officinali autoctone. Vi sono nel circondario anche ristoranti che basano il proprio menu su erbe e fiori (deliziosi, provare per credere!).

Quest’anno, l’incontro è stato inserito nel ciclo di eventi promosso dal Coordinamento delle case museo dei poeti e scrittori di Romagna e dedicato al centenario della morte di Giovanni Pascoli. Ha infatti trattato il tema: “Politica e letteratura in Oriani e Pascoli” Ugo Perolino, docente di Letteratura e giornalismo all’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara, che si occupa di Pasolini, Boine, Arbasino, della poesia del Novecento e, in particolare, della neoavanguardia. Ha pubblicato nel 2011, presso l’editrice Transeuropa, il volume “Oriani e la narrazione della nuova Italia”

 

Nota informativa: la Fondazione Casa Oriani, come pure quella di Casa Pascoli ed altre ancora, fa parte dei vari circuiti museali che sul Web sono raggruppati per Paesi. In Italia, oltre che su base nazionale: www.casediscrittori.it/ , vi sono i siti divisi per regioni. In questo caso il programma completo si trova su:www.casemuseoromagna.it/eventi.php).

La casa sa ch’io sono uno scrittore
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi