Focus Cinque Terre Cinque Terre,Ultimissime

E’ nato Focus Cinque Terre!

L’associazione “AmbientalMente” e questa rivista sono nate alle Cinque Terre e da lì hanno portato avanti le prime iniziative di tutela del territorio (un esempio: i ricorsi vincenti per impedire la costruzione del mega hotel nell’area dell’ex villaggio Europa a Corniglia). Ma non solo: dal 2006 s’iniziò la campagna di sensibilizzazione sulla trasparenza dei bilanci del Parco e di denuncia per l’opacità  amministrativa dell’allora presidente Franco Bonanini. Quel che poi è accaduto è stato ampiamente riportato dai media nazionali ed internazionali.

E mentre Bonanini è tuttora in attesa di processo, il Parco è stato commissariato fino ad oggi. La recente nomina del comandante Vittorio Alessandro, però, non è solo come ennesimo Commissario ma soprattutto come Presidente in attesa della ratifica del Parlamento, come mostra questa lettera.

Lettera di Burlando al ministro Clini - pdf (pdf - 110.63 kB)

E’ un primo passo di cui siamo soddisfatti, e vogliamo ricordare che:

  • da sempre e in tempi non sospetti noi e pochissimi altri (e tra i partiti al momento ci rammentiamo solo di Rifondazione della Spezia …) abbiamo chiesto che Presidente del Parco fosse una persona di merito, con curriculum adeguato e soprattutto estranea alla logica che ispira gli “affaristi locali”;
  • da tempo noi e pochissimi altri insistiamo perchè venga finalmente nominato un Direttore del Parco (con ruolo gestionale amministrativo) scelto nell’elenco dei qualificati/abilitati a livello nazionale, come  avviene per tutti i parchi, ma ovviamente non qui, dove Bonanini e i suoi per oltre 10 anni hanno avuto mano libera a spendere e spandere. Ci auguriamo quindi che arrivi presto anche un Direttore;
  • siamo tra i pochissimi che continuano a ripetere che il piano del parco è decaduto dal 22 dicembre 2010 e che da allora il vuoto amministrativo non si riempie con “toppe e tappulli” di dubbia validità. Occorre un nuovo Piano del Parco che dia valore agli elementi portanti di questo territorio: muretti, terrazzamenti e sentieri che li attraversino in sicurezza.

Torniamo ad occuparci anche delle 5 Terre, a distanza di sei mesi da quel tremendo 25 ottobre 2011, perché alcuni temi – lasciati in sospeso se non celati – sono nodali.

Tuttavia constatiamo come gli affari trasversal/locali non si fermino davanti alle calamità naturali, e come la mancanza di trasparenza nella rendicontazione degl’introiti  – pubblici o frutto del nostro buon cuore – prosegua anche nel post-emergenza alluvione.

Una rondine non fa primavera, ma così tante rondini che fanno?

Leggi e segui la nuova rubrica… Focus Cinque Terre

Focus Cinque Terre
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi