I lanternini elettronici: la via dello squallore Contemporanea-mente,In Evidenza

Con tutta l’ecologia concettuale richiesta da un’inchiesta in fase pre-dibattimentale, viene da formulare il triste Paradosso delle Cinque Terre: quello di un Paradiso del turismo ambientalmente sostenibile che finisce per sostenersi mediante un coacervo infernale di atti adulterati, pratiche malsane e scempi della legalità. Come se gestire l’aria pulita ed il panorama lindo, piano piano, con l’accumularsi di fama e riconoscimenti, inquinasse la mente. Tutelare la Bellezza può essere un lavoro usurante. Enzo Costa

E’ stato chiesto all’Autore – seguito e letto con interesse dalla redazione – se fosse possibile pubblicare il suo commento che avevamo trovato fulminante e lapidario ( qui nella versione del blog di Repubblica illustrata dalla vignetta di Aglaja).
Ecco la risposta, che ci ha consolati in un momento in cui anche questa nostra piccola rivista è sotto attacco. Meglio pochi ma buoni … e grazie ad uno di essi.

La ringrazio per l’attenzione al mio scritto e per la correttezza della richiesta di autorizzazione: comportamento, quest’ultimo, non così frequente, e soprattutto indice di serietà e trasparenza. Pubblichi tranquillamente il mio lanternino nella Sua rivista, che ho appena “sfogliato” e che mi riprometto di leggere con calma al più presto. Già da una visione frettolosa, mi viene da farLe molti complimenti.

Per una mia pignoleria filologica, Le aggiungo che il titolo originale del lanternino era “La Via dello Squallore”, con l’articolo determinativo iniziale, per meglio echeggiare “La Via dell’Amore”: articolo che poi sul giornale, per ragioni di spazio, era saltato.

In attesa di rileggerLa, La saluto cordialmente

Enzo Costa
C’è post@ per Costa

I lanternini elettronici: la via dello squallore
0 votes, 0.00 avg. rating (0% score)

Rispondi